Massimo di cave

Architetto, pittore, Scultore

Massimo DI Cave, romano di origini ebraiche e friulane, architetto, scultore, pittore. Si diploma  in  uno storico liceo romano negli anni 70. Si laurea in Architettura e poi  una breve parentesi alla facoltà di Psicologia a Roma.  Inizia cosi a lavorare in alcuni  studi della capitale e poi, in proprio, si  concentra nella progettazione e  realizzazione  interni d’autore. Un linguaggio architettonico, il   suo,  mai piegato alla moda o alla mera globalizzazione, piuttosto una ricerca spaziale, una polifonia visiva stimolante ed affascinante dove lo spazio diventa elemento portante delle sue costruzioni.

Previous
Next

Successivamente, dopo un anno trascorso a Milano nel periodo del raffinato design, intraprende viaggi a Parigi, Londra, Barcellona e New York dove acquisisce esperienze importanti per la sua formazione culturale. Apre lo studio professionale a Roma nel 1983, svolgendo numerose attività in diversi ambiti ed in particolar modo nell’architettura d’interni, restauro e design. I criteri adottati nelle ristrutturazioni che esegue con la sua Impresa Edile “Oikos” attraversano in parte i concetti della bioarchitettura che utilizza materiali naturali ed ecosostenibili . Le volumetrie tondeggianti, le vele, i colori, rispecchiano una padronanza della geometria euclidea ed al tempo stesso la predilezione per la linea curva con una “concretezza di mestiere” legata allo spazio, all’armonia, alla bellezza, veri indici di riferimento della ricchezza contemporanea. 

 
Nel 2005 l’ architetto sembra ereditare la passione per l’Arte dallo zio Mario Micossi, famoso incisore friulano, che viene a mancare nello stesso anno. Ricorda in estate le tappe ad Artegna (nella casa di famiglia) appuntamento obbligato dove spesso si parlava d’arte e delle sue mostre in giro per il mondo in particolare a New York.

Agli inizi degli anni duemila si avvicina all’Arte pura concentrandosi su forme e figure a metà tra scultura e pittura utilizzando materiali poveri e di riciclo.

Intraprende così, un percorso artistico con una serie di mostre di architettura, scultura e pittura in gallerie, locali storici, atelier di alta moda e prestigiosi spazi museali, alternando interviste a programmi televisivi. 

 
Nel 2006 ha realizzato inoltre un importante gruppo scultoreo nella chiesa di San Pio X a Roma raffigurante un Cristo in Croce, e l’uomo proteso verso l’alto che rappresenta il desiderio di elevazione dell’umanità. 
 
Nello stesso anno si occupa del restauro conservativo della Pietà nella Chiesa di San Pio X in Roma.
Massimo Di Cave espone per la  prima volta  a Roma nel 2007 nella galleria “Cassiopea” e poi esposizioni in tutto il mondo, in gallerie, locali storici, spazi museali, atelier di alta moda, da Roma a Genova a Milano, da Parigi a New York, da Montecarlo a Shanghai alternando interviste a programmi televisivi. 
Previous
Next
Previous
Next

È stato  inoltre invitato a tenere delle lezioni conferenze, singole e collettive, alla “Loyola University of Chicago in Rome” ove racconta le sue esperienze artistiche ed imprenditoriali soffermandosi in particolare sul tema della creatività. 

 
Nel 2018 viene chiamato per il restauro del Cristo ligneo a San Giovanni Rotondo nel giardino delle “Suore dell’Immacolata di Santa Chiara” a due passi dalla chiesa di Padre Pio progettata dall’Architetto Renzo Piano.
 
Nel 2021 l’opera “La Famiglia” viene collocata nel parco protetto “Cjampjschjel” Natura, Storia e Arte di Venzone ( Friuli Venezia Giulia) eletto Borgo dei Borghi 2017.
Numerosi sono i progetti di architettura di interni realizzati nel corso di questi anni e le opere di scultura e pittura esposte in collezioni private e luoghi pubblici da Roma a Milano, da Parigi a New York da Montecarlo a Shanghai.